Aprire un’azienda in Brasile: la guida concreta per gli investitori italiani

Mar 10, 2020

Le relazioni economiche tra Brasile e Italia attraversano una fase molto positiva, pertanto aprire un’azienda in Brasile può essere la scelta giusta.

Leggi l’articolo per scoprire tutti gli step per ridurre i rischi e massimizzare i risultati in un mercato complesso come il Brasile. Scopri come investire in Brasile attraverso un approccio strutturato ed entrare nel mercato al meglio.

Pre-valutazione del mercato 

Una buona valutazione del mercato consente di avere una visione olistica della nicchia, aiutando a comprendere gli aspetti quantitativi e qualitativi che consentono un migliore processo decisionale. Pertanto, prima di entrare nel mercato di tuo interesse è importante prevedere la domanda, analizzare la catena del valore, i rischi e i costi, verificare la disponibilità delle risorse, verificare gli ostacoli all’ingresso e alla concorrenza.

Scelta del mercato e metodo di accesso 

In base alla valutazione del mercato, è importante eseguire l’analisi interna per verificare se la tua azienda utilizza metodi come l’analisi SWOT, al fine di cercare il miglior metodo di accesso, che può essere sia attraverso l’acquisizione, la joint-venture, la fusione, o altro ancora.

Preparazione per l’ingresso nel mercato Brasiliano e successiva implementazione

Per Greenfield il primo passo da svolgere è lo sviluppo del business plan, la selezione della sede e del prodotto, la costruzione di un modello finanziario, di un piano operativo, di un incentivo della  struttura fiscale e, infine,  la preparazione di una tabella di marcia da seguire. È necessario attuare prima il piano aziendale, successivamente la pianificazione e la progettazione operativa, l’approvvigionamento, l’acquisizione o costruzione degli immobili, l’assunzione del personale, la pianificazione e il controllo del lancio e, infine, la creazione del sito.

Tutto quello che devi sapere per aprire un’azienda in Brasile

aprire un azienda in Brasile-2

1 – Il sistema fiscale brasiliano è diverso da quello italiano: ciò non significa che si tratta solo di svantaggi, in effetti le importazioni sono influenzate da quattro tasse, tre delle quali sono completamente recuperabili se si apre una filiale commerciale in Brasile.

2- Il Brasile ha un sistema di lavoro simile a quello dell’Italia, ma molto spesso peggiore. Bisogna fare attenzione a non generare cause sul lavoro. Tuttavia, la legislazione è chiara per gli accordi di agenzia e distribuzione e conoscerla alla perfezione può offrire opportunità di affari.

3 – Con la volatilità del tasso di cambio tra l’Euro e il Real, è importante proteggere il rischio di cambio attraverso varie modalità disponibili anche per le PMI.

4 – Come in Italia, un dipartimento amministrativo può essere costoso per una PMI. Ecco perché è consigliabile sviluppare aree commerciali interne e esternalizzare attività non strategiche a società specializzate come GM Venture.

5 – Poiché il Brasile è un paese di dimensioni continentali è opportuno gestire bene la logistica e dotarsi di una propria licenza di importazione per ottenere legalmente vantaggi senza correre rischi inutili.

In conclusione, è importante avere una solida conoscenza del Paese prima di aprire un’azienda in Brasile. Se ti stai chiedendo come investire in Brasile, puoi contare su un partner come GM venture: specialista nel mercato brasiliano, ti supporterà in tutte le fasi per un business di successo.

Leggi altre news

Open chat